itenfrde

Da Palazzo Reale al Teatro San Carlo

Martedì, 10 Dicembre 2019 11:35
(1 Vota)

Da Palazzo Reale al Teatro San Carlo

Il Palazzo Reale di Napoli fu la residenza storica dei vicerè spagnoli per oltre 150 anni, è stato costruito dal 1600 per raggiungere il suo aspetto definitivo nel 1858. Tra i tanti capolavori del Palazzo Reale che si trova in piazza del plebiscito, il teatrino di corte è stato creato da Ferdinando Fuga nel 1768 in onore elle nozze tra

Ferdinando IV e Maria Carolina d’Austria. Una nota particolare meritano le statue di cartapesta di Angelo Viva.

La cappella reale ospita un presepe napoletano del 700.

Ogni statuina è realizzata minuziosamente da diversi artisti tra cui spicca il nome di Giuseppe Sanmartino, colui che ha realizzato il Cristo velato.

Il palazzo è altresì sede della biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III che vanta oltre 2000 papiri rinvenuti a Ercolano. Consiglio di arrivare al Palazzo Reale con la metropolitana linea 1 e scendere a Municipio.

Costo biglietti interi e ridotti 4/3 Gio Mar dalle 9 alle 20.

Di fronte alla Galleria Umberto I si trova il Teatro San Carlo, il più antico d’Europa. Fu costruito per ordine di Carlo III di Borbone nel 1737 per rappresentare il potere Regio, divenne simbolo di Napoli grande capitale europea.

Il Teatro San Carlo Fu inaugurato 41 anni prima della scala di Milano. Il palco reale e la grande tela ottocentesca che raffigura Apollo che presenta i poeti più importanti del mondo a Minerva, fanno di questo magico e sfarzoso posto, uno dei gioielli della nostra bella Napoli.

Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita. Non c’è nulla in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la più pallida idea” Stendhal, Roma, Napoli e Firenze nel 1817.

165 Ultima modifica il Martedì, 10 Dicembre 2019 11:40